19 luglio 2015

JOE HILL: LA SCATOLA A FORMA DI CUORE (2007)


https://www.amazon.it/scatola-forma-cuore-Joe-Hill/dp/8820043548/ref=as_sl_pc_tf_til?tag=malcolm07-21&linkCode=w00&linkId=88473d39a69c3e7ff75e4c13c5180734&creativeASIN=8820043548

Sono andato a ritroso nella lettura di Joe Hill, partendo dall'ultimo romanzo finora pubblicato fino a questo primo. Il mio percorso è stato in discesa, ma quello di Hill per fortuna in salita. In effetti sia La vendetta del diavolo che NOS4A2 sono immensamente superiori (per idee, narrazione, stile personale) rispetto a La scatola a forma di cuore. Questo è romanzo horror facilmente etichettabile, una storia di spettri e talismani con una rockstar antipatica per protagonista.
Il "tono heavy metal" che si deve ai personaggi e che viene anche abbastanza naturale a Hill (come al paparino Stephen King) risulta un po' stereotipato. La storia di un fantasma che perseguita il musicista a causa di certi fatti spiacevoli accaduti nella sua vita, non è nuova al genere ma quel che è peggio è che non viene rivitalizzata in alcun modo interessante. Qualche bel momento c'è, di sicuro si percepiscono intenzioni e mire più grandi rispetto a quanto non ci azzecchi il romanzo, oltre a una capacità potenziale ancora inespressa. Mi è parso anche - ma questo potrebbe essere causato dalla traduzione - che frasi e paragrafi a tratti siano difficili da seguire, un po' confusionari, malscritti.

5 luglio 2015

KING: REVIVAL (2014), RITROVARE IL GOTICO NELL'AMERICA CONTEMPORANEA


https://www.amazon.it/Revival-Stephen-King/dp/8868363593/ref=as_sl_pc_tf_til?tag=malcolm07-21&linkCode=w00&linkId=306c3f443c60d1a2f4170026f522ac58&creativeASIN=8868363593

Revival si annuncia sin dal titolo e dalle dediche (Fritz Leiber, Bram Stoker, Mary Shelley, H.P. Lovecraft, Robert Bloch, l'amico Peter Straub ed altri) come una riproposizione della, e un tributo alla, narrativa fantastica americana di matrice gotica, tipica del periodo a cavallo tra 800 e 900 ma rimodernata a metà del secolo scorso da autori caleidoscopici come Bradbury e Leiber. King è sempre stato un erede di questo filone, avendo riplasmando il fantastico alla sua maniera, sfaccettandolo con elementi horror, thriller, fantasy ma soprattutto umanistici e moderni.
Il narratore di Revival, in prima persona, è un musicista di nome Jamie. Ci racconta la sua storia attraverso i momenti cruciali che cambiano la sua esistenza e che coinvolgono un reverendo di nome Charles Jacobs. Questi è il co-protagonista (perché altri non ce ne sono) e al contempo l'antagonista del romanzo. Le vite di entrambi procedono con episodi tragici e sconvolgenti come se fossero legate: perdono la fede e vivono esistenze per lo più vuote, riempite dalle proprie ossessioni. Jacobs in particolare, ogni volta che lo incontriamo è sempre più ossessionato dal suo singolare hobby: sperimentare strane forme di elettricità. La chiama "elettricità segreta" e crede di aver scoperto, imbrigliato in fenomeni elettrici naturali come i fulmini, una forza estranea al nostro mondo capace di aprire squarci in un'altra esistenza. Ma soprattutto in grado di curare i mali delle persone, almeno in apparenza.